Pressione alta e omeopatia iniettabile

Pressione alta

Pressione alta

Pressione alta e agopuntura

L’ omeopatia iniettabile è un trattamento indicato per quelle forme di pressione alta correlate a stress, che presentano margini di reversibilità. Nell’ omeopatia iniettabile i rimedi in apposita formulazioneono infiltrati  localmente su punti di agopuntura coerenti con le finalità del trattamento.  Si tratta di una tecnica integrata  che impegna l’ agopuntura e l’ omeopatia in una modalità congiunta. L’ omeopatia iniettabile è apprezzata da medici che la praticano e dai loro pazienti per l’ elevata sicurezza e tollerabilità.

La pressione alta arteriosa, è una condizione clinica in cui la pressione del sangue nelle arterie della circolazione sistemica risulta elevata. Si considera rilevante il sintomo se i valori misurati sono pari o superiori ai 140/90 mmHg. L’ipertensione è un fattore di rischio per malattie anche gravi  e pertanto necessita di trattamento.  Cambiamenti nella dieta e nello stile di vita sono in grado di migliorare sensibilmente il controllo della pressione sanguigna e di ridurre il rischio di complicazioni per la salute. Sopratutto le terapie che modificano l’adattamento biologico a stress possono migliorare.  Tuttavia il trattamento farmacologico è necessario nei pazienti per le quali soluzioni meno invasive risultino inefficaci.

La prevalenza della pressione alta nei giovani è in aumento.  La maggior parte dell’ipertensione infantile si osserva nei preadolescenti. La pressione alta è responsabile della diminuzione delle aspettative di vita dei pazienti affetti. I disturbi provocati dalla pressione alta gravano sugli organi vitali: cervello, cuore, retina, vasi arteriosi e rene. Raramente l’ipertensione è associata a sintomi immediati e la diagnosi avviene solitamente attraverso una misurazione in occasione  di una visita  dovuta ad  altro problema. Una parte dei pazienti con pressione alta nelle forme iniziali lamenta tuttavia mal di testa, in particolare nella zona superiore e nella mattinata, così come stordimento, vertigini e tinnitus. Le cause più frequenti per la pressione alta sono:

  • obesità
  • genetica
  • dieta
  • assunzione di sodio
  • assunzione di grassi animali
  • stress
  • malattia renale
  • tabagismo
  • farmaci
  • malattie endocrine
  • consumo eccessivo di liquirizia
  • consumo eccessivo di alcolici

La terapia convenzionale dell’ipertensione si bassa essenzialmente sui farmaci antipertensivi ovvero in grado di ridurre la pressione arteriosa mediante vari meccanismi.  Troppo spesso sono il primo presidio della terapia.  Tutti i pazienti affetti dovrebbero invece essere incoraggiati a modificare lo stile di vita e ad ad utilizzare sistema di cura naturali prima di ricorrere ai farmaci.

L’ omeopatia iniettabile è indicata nelle forme di pressione alta che subentrano dopo esposizione a stress, denotate da un carattere reattivo e non lesionale.  L’ omeopatia iniettabile amplifica i  risultati  con l’infiltrazione su agopunti di rimedi omeopatici indicati per l’ansia da prestazione, per implementare la diuresi, e per decontrarre. La sinergia tra  stimolo e rimedio è più che additiva. L’ omeopatia iniettabile è  una terapia idonea anche per modulare il sistema neurovegetativo. Il corretto rapporto tra sistema simpatico e parasimpatico è fondamentale per contenere le molteplici risposte adattative a stress.  Una corretta fase diagnostica precede ogni trattamento in modo da includere correttamente i pazienti con pressione alta  per i quali l’ omeopatia iniettabile è indicata. Il trattamento per l’ipertensione contribuisce a ridurre il fabbisogno di farmaci per via sistemica e può essere a tal scopo associata a terapia farmacologica.  L’ omeopatia iniettabile è somministrata pertanto da un medico esperto.  L’ iscrizione presso l’ Ordine dei Medici e presso il Registro dei medici che praticano l’ omeopatia e l’ agopuntura, sono una indicazione per il paziente sulla qualità della formazione ricevuta dell’operatore.  La omeopatia iniettabile non si contrappone ne sostituisce le linee guida della medicina convenzionale, ma stabilisce con esse una virtuosa sinergia.

Dott. Fabio Elvio Farello